Chi sono

foto profilo 0

Mi chiamo Fabrizio, sono nato il 26 Dicembre 1991 e ho aperto questo blog per condividere degli articoli su tanti temi diversi, di mio interesse personale e professionale.

La mia carriera professionale è un po’ atipica. Ci sono persone che durante le scuole superiori sanno già quale lavoro vorranno fare: l’avvocato, il medico, lo scienziato, ecc.
Io no: finite le scuole superiori ho pensato per un attimo di iscrivermi a Fisioterapia ma, mentre preparavo il test di ammissione alla facoltà, mi resi conto che quello che mi piaceva veramente era la Fisica.

Così intrapresi un percorso universitario molto affascinante, all’Università degli Studi di Milano-Bicocca, che mi portò ad affinare le mie conoscenze matematiche ed a migliorare le mie capacità di astrazione e razionalizzazione. Al primo anno di università decisi di aprire una partita IVA e iniziai a lavorare come libero professionista in campo informatico.

Se dovessi scegliere la materia più bella e più importante per la mia crescita che ho studiato durante il mio percorso universitario, probabilmente ne scegliere due! Meccanica quantistica e meccanica statistica.
In realtà la mia carriera universitaria mi ha portato lontano dalla Fisica Teorica e mi ha avvicinato alla Biofisica. Ed è proprio in questo campo che il mio percorso di studi si unì alla programmazione.
Durante la tesi e, successivamente, per un intero anno, lavorai a diversi progetti in cui riuscii ad applicare le mie conoscenze informatiche al campo della Biofisica. Partecipai alla alla costruzione di un microscopio che, sfruttando componenti di ottica adattiva, consente di studiare flussi sanguigni e di ottenere immagini di tessuti profondi.
Il risultato per me più importante fu la creazione di un software per l’identificazione di cellule tumorali.

profile_photo_1

Conclusa la tesi magistrale provai un’esperienza di dottorato all’estero, alla Heriot-Watt University di Edimburgo, in Scozia. Sebbene l’idea iniziale del progetto fosse molto affascinante (utilizzare algoritmi di Machine Learning per ridurre tempi i di acquisizione di immagini ottenute tramite microscopi a super risoluzione), le cose presero una piega diversa e dopo poco tempo presi la decisione di rinunciare al PhD.

Tornato in Italia ripresi a lavorare per il laboratorio di ricerca presso cui avevo fatto la tesi e collaborai con il Politecnico di Milano per la realizzazione di un software da installare su un microscopio basato su componenti di ottica adattiva.

Successivamente decisi di abbandonare definitivamente la carriera accademica e iniziai a lavorare come consulente per un azienda nel campo della stampa 3D, sviluppando algoritmi di Machine Learning e matematici specifici per software CAD-CAM e di fresatura

Questa esperienza si è conclusa quando presi la decisione di cambiare nuovamente settore e andare a lavorare ad uno dei più importanti progetti di guida autonoma in FCA, azienda leader nel campo automobilistico.

Tutt’ora lavoro in FCA.